VISITARE LA PUGLIA | ALBEROBELLO

Quest’anno ho scelto di passare le vancanze di Pasqua visitando la Puglia: una regione che ricordavo poco essendoci stata da piccolissima, ma che sapevo già mi sarebbe piaciuta grazie alle sue splendide tradizioni locali che somigliano per molti aspetti alla mia bella Sicilia. Trovarmi lì per la settimana santa ha reso tutto ancora più suggestivo e presto ve ne parlerò insieme ad una guida della città di Bari, città che è stata il mio punto di riferimento durante i miei spostamenti verso le altre città pugliesi.
Oggi vi parlo di Alberobello, città iscritta nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco e famosa grazie ai suoi particolarissimi Trulli, sia per struttura che per estetica.
I Trulli sono infatti costruzioni in pietra dettati da una grande particolarità: il tetto ha una struttura conica unita da pietre assolutamente a secco, mentre il corpo bianco va in contrasto con questi a livello cromatico, essendo il grigio scuro la cromia della pietra locale.

COME ARRIVARE AD ALBEROBELLO
Io ho scelto di visitarla in giornata, e penso sia stato l’ideale non essendo molto grande. Alberobello si raggiunge comodamente in treno, precisamente con le Ferrovie del Sud Est, compagnia ferroviaria dove si può acquistare il biglietto nelle biglietterie specializzate o in quelle di Trenitalia.
Il tempo di percorrenza da Bari è stato di un’ora e mezza.
COSA VEDERE AD ALBEROBELLO
Arrivati alla stazione di Alberobello, ci si ritrova subito in un piccolo mondo fermo in un’altra epoca, oggi i particolari Trulli sono gestiti da attività commerciali o ristoranti tipici che rendono il contesto estremamente turistico, ma se ci si lascia trasportare dalla poesia delle architetture e ci si perde tra i vicoli, si dimentica tutto questo per entrare in un mondo fiabesco.
-IL TRULLO SOVRANO: l’unico trullo di Alberobello costruito su due piani e giardino, è visitabile per il costo di 1,50 euro. Al suo interno si possono osservare i mobili antichi disposti come all’epoca in cui era vissuto.
-IL BELVEDERE DI ALBEROBELLO: per osservare il Rione Monti dall’alto prima di scendere ed immergersi tra i vicoli.
-CASA PEZZOLA: un complesso di quindici trulli comunicanti che caratterizzano il quartiere di Aia Piccola, dove si trova anche il Trullo Sovrano.
-BASILICA S.S. COSMA E DAMIANO: La Basilica in stile neoclassico in cui si trovano le statue dei santi patroni della città, S. Cosma e S. Damiano,nella zona molto venerati. Situata in pieno centro però più lontano dalla zona prettamente turistica di Alberobello, vi si accede tramite una scalinata.

8 commenti su “VISITARE LA PUGLIA | ALBEROBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *