VISITARE MARSIGLIA | FRANCIA

Se ne dicono tante su Marsiglia, e sinceramente trovo che molti luoghi comuni siano anche veri: una città molto caotica, piena di vita concentrata sopratutto al Porto Vecchio, pescivendoli urlanti e ladruncoli in agguato. Nessuno di questo però dev’essere motivo per evitare di visitare questa splendida città. Qualcuno invece vi ha detto che è brutta? Che magari, è un città che non rispecchia l’eleganza che si trova spesso in Francia, e quindi non varrebbe la pena visitare? A questo non credeteci. Marsiglia è davvero una città molto bella, colorata e allegra. Volete saperne un’altra? Si mangia da Dio, sopratutto il pesce.

Marsiglia è la seconda città della Francia per grandezza (la prima è Parigi), ed ha vantato fino al 1800 un’indipendenza assoluta di cui ne è stata molto gelosa. Oggi, La Marsigliese è l’inno nazionale, e questo sembra proprio uno scherzo del destino. Motivo in più per difendere la propria personalità e dimostrare carattere come capoluogo della Regione di Provenza-Alpi-Costa Azzurra e Capitale Europea della Cultura nel 2013, che ha portato grosse riqualificazioni a livello urbano sopratutto per quanto riguarda il quartiere di Porto Vecchio.

Ma veniamo al mio viaggio e cosa mi resta di Marsiglia: ho scelto di visitare questa città nel periodo perfetto a livello climatico. Splendide giornate di sole hanno accompagnato le mie escursioni in giro per la città, senza soffrire troppo il caldo o il freddo. Consiglierei a chiunque di viaggiare a Maggio, sopratutto se non siete particolarmente interessati alla vita da bagnanti e stabilimenti balneari. Marsiglia regala piacevolissime passeggiate lungo quartieri che raccontano molto della sua storia e numerosi motivi per fermarsi a mangiare e goderne la vista sopratutto sul Porto, ogni giorno grandissimi carichi di pesce fresco finiscono sulle tavole dei ristoranti ed è davvero impossibile mangiare cattivo. Per non parlare dell’assurda quantità di sapone di Marsiglia e Lavanda setacciata che si può trovare in vendita, io ne ho fatto la scorta per almeno un anno.

COSA VEDERE A MARSIGLIA:

Porto Vecchio: La visita dovrebbe iniziare proprio da qui, la zona strategica dove consiglio vivamente di trovare alloggio, così da avere le maggiori attrazioni a portata di mano e le principali linee di Tram e Metro per potervi spostare. Qui si è contornati da mercati del pesce, ristoranti e caffè in uno scenario non particolarmente turistico. La cosa più bella, sono le barche colorate attraccate a molo che, nelle giornate in cui le ho viste io, creavano davvero una bellissima atmosfera tanto da sentirmi dentro ad un dipinto, sia di giorno che di sera. Qui c’è anche “La Tettoia” un’opera architettonica realizzata da Norman Foster, visto come cielo artificiale che regala ai passanti il riflesso di se stessi. Porto Vecchio è dove ho passato più tempo proprio perché mi è piaciuto godermi l’atmosfera della Marsiglia autentica, e poi ogni sera un ristorante diverso, l’imbarazzo della scelta!

La Cattedrale di Notre-Dame de la Garde: imponente basilica nel punto più alto della città sormontata da una statua dorata della Madonna di Lequesne. Precisamente si trova a circa 162 metri sul livello del mare a sud del Porto vecchio, da qui infatti sconsiglio di andarci a piedi perchè la strava è davvero molto lunga, l’autobus n.60 o il trenino può portarvi in 10-15 minuti fino ai piedi della Basilica. Costruita in stile Neobizantino, All’esterno, è preceduta da una scalinata ed è sormontata da un campanile,a l di sopra del quale vi è una colossale statua della Vergine  opera dello scultore Eugène-Louis Lequesne, visibile da gran parte della città e in mare per chilometri. I marsigliesi la chiamano comunemente la buona madre. 

Castello D’If: diventato celebre grazie al romanzo Il Conte di Montecristo, il castello è un fortificazione sorta tra il 1527 e il 1529 con la funzione di prigione. Esso sorge in una piccolissima isola che si può raggiungere in traghetto dal Porto Vecchio.

Cattedrale de la Major: Costruita in marmi verdi e bianchi, di questa imponente cattedrale di 146 metri mi è rimasto il dolce ricordo della cosa più bella che abbia visto a Marsiglia, tanto da esserci tornata due volte. Si tratta di una costruzione in stile romanico-bizantino, a croce latina con deambulatorio e una cupola di circa 70 m di altezza con di 18 m di diametro. La Cattedrale de la Major è in realtà composta da due chiese, l’Antica Major, costruita nella metà del 1100 secolo, è stata divisa in due parti per la costruzione della Nuova Major, la parte attualmente visibile e visitabile della chiesa.

Quartiere Panier e Centro Storico: partendo dalle spalle del Municipio (partendo sempre dal Porto Vecchio) ci si addentra per la strade del centro storico e ci si immerge presso il quartiere di Panier. Palazzi coloratissimi, panni stesi e bambini che giocano in strada, uno scenario che abbiamo spesso anche noi in Italia e spesso viene rappresentato come la città di Napoli, non a caso Marsiglia è chiamata proprio la Napoli di Francia, un paragone che ho finalmente trovato passeggiando lungo queste vie. Fino a qualche tempo fa, era considerato uno dei quartieri più pericolosi d’Europa, successivamente grazie ad un intervento di riqualificazione, oggi si possono godere di botteghe d’artisti, caffetterie e locali.

16 commenti su “VISITARE MARSIGLIA | FRANCIA

  1. bella Marsiglia ci sono stata in viaggio di nozze, ma in crociera quindi ho visto poco, la prossima volta cercherò di vedere tutto

  2. Adoro la Provenza ma Marsiglia è una città e sin d’ora non ci sono mai stata, perchè non mi entusiasma anche se come hai fatto notare ci sono tante cose da vedere. Quindi ci sto facendo un pensierino per un prossimo viaggio in Francia 🙂

  3. Sono stata due volte i Provenza ma Marsiglia mi manca da vedere, e spero di andarci presto, è una città affascinante, come hai ben spiegato qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *